Nascere a Primavera

Nascere. Gestare e nascere. Sono nata il tredicesimo giorno di Primavera.

Recentemente ho incontrato un’amica da poco divenuta madre. Mi ha parlato del suo parto complesso, di una nascita maestra, maestra di umiltà, di un figlio che, sin dal primo giorno, si fa manifestazione della potenza della vita che ti sconquassa i piani e se la ride di ogni forma di controllo.

Quindi metto l’intenzione, qui dentro, di raccontare, di tanto in tanto le idee, gli incontri, i viaggi, le esperienze, qualcosa che poi magari diventerà arte, o lo è diventato. E poi mi arrenderò a seguire il flusso di ciò che accade, per quanto possibile.

Un augurio, quello sì: di farmi accompagnare dalla scrittura, ancora una volta, in una forma semplice, come di pensiero che fluisce.

Benvenuti.

Facebook