Cultura tutti i giorni/In viaggio con i Candidati a Sindaco della/delle mia/mie città

Gentile Candidato,

spingiamoci avanti di dieci, quindici, anche vent’anni. Mettiamo che LA SUA VISIONE delle città di Mestre e di Venezia, i principi su cui ha scelto di basarne l’amministrazione e i suoi valori abbiano attecchito e siano addirittura stati incarnati dall’intera popolazione. Facciamo questo sforzo di immaginazione. Bene. Ora insieme:

1. Voliamo un mattino di fine estate con un elicottero sopra le due città: che forma hanno assunto? L’architettura come si è sviluppata, in altezza? Quanto verde c’è? Ci sono aree protette? Zone artigianali? Nuovi edifici? Se si, quali? Fabbriche, teatri, musei, scuole, uffici, centri commerciali… Sono collegate le due città? Come?

2. Chi si prende cura degli edifici, dei beni e dei valori che osservavamo dall’alto? Chi concorre alla loro vitalità? Grandi nomi? Investitori stranieri? Il tessuto culturale, sociale, produttivo urbano? Un mix di tutto o prepondera una categoria?

3. Ora scendiamo a terra e facciamoci un giro nelle due città. Ci dica, che città stiamo attraversando? Per cortesia, sia preciso. Quanta gente incontriamo? Che tipo di persone le abitano? Che lavori fanno, la maggior parte delle persone? Come sta muovendosi la gente (a piedi, in barca, in bici, in auto, con i soliti mezzi, con nuovi tipi di mezzi…)? Che tipo di attività commerciali riscuotono la nostra attenzione? Dove andiamo a mangiare, che alternative offre la città? Ci sono tanti giovani o pochi? Se sono tanti, come mai vivono qui? Le persone le sembrano serene? Hanno cani con sé? E ci sono luoghi dove possono portarli? Che sport stanno praticando i ragazzi al parco? Ci sono parchi? Si respira? C’è ombra? Che alberi ci sono? Sì, sì, ha capito bene, le chiedo proprio che alberi avevate scelto di piantare o di preservare.

4. Oggi c’è un evento che ha attirato molta gente in ciascuna delle due città. Può essere lo stesso o diverso, scelga lei, purché sia un evento che davvero esprima la vocazione riscoperta dalle città e lo spirito di comunità radicatosi grazie anche all’impegno con cui lei aveva promosso la sua visione negli anni. Che evento è? Di che gruppi di persone stiamo parlando?

5. Ora è sera. Le città sono affollate o deserte? Ci sono locali aperti? I teatri sono aperti? Quante sere a settimana? Le ragazze vanno in giro da sole? C’è molta polizia in giro? C’è ancora un carro armato a piazzale Roma? Ce ne sono altri? E a Mestre?

6. In tutta la giornata abbiamo visto soltanto una manifestazione di protesta (anche nei migliori sogni non si è mai tutti perfettamente d’accordo): chi l’ha promossa e perché? Cosa manca ancora, a queste due meravigliose città?

(P.S. I cittadini possono liberamente aggiungere visione alla visione, domande alle domande).

Ringrazio i Candidati che vorranno mettersi in ascolto.

 

Carola Minincleri Colussi

Facebook