Carola Minincleri Colussi

Sono nata a Venezia, il 2 aprile 1974.

La mia ricerca artistica esplora la connessione tra visibile e invisibile, l’unità tra l’immateriale e il materiale, la logica e l’intuizione, e in generale la collaborazione tra gli opposti.

Il mondo in cui la sento con più chiarezza è la natura, in particolare quella degli alberi, degli animali e non vedo ragione perché non possiamo sentirla nel nostro mondo umano.

Lungo questo asse, lavoro su temi come la qualità di presenza, l’energia androgina di luoghi e persone, le relazioni e la comunicazione, la caduta delle maschere e il contatto con un sentire più autentico, non legato a stereotipi, ruoli, nazionalità.

L’arte che propongo è frutto di un’ispirazione che sento a servizio della vita.

Sono autrice, regista, performer, mi sperimento con installazioni che creo con la tecnica dell’assemblaggio e un approccio il più delle volte intuitivo. Condivido volentieri, attraverso workshop performativi, tratti della mia ricerca con chi sceglie di esplorare gli aspetti creativi della vita e della realtà.

Nei miei workshop confluiscono studi e mezzi intuitivi e logici, insieme.

Ho studiato Letteratura Italiana Contemporanea all’Università Ca’ Foscari di Venezia e Teatro a Milano, nella scuola di Quelli di Grock, e a Bologna, alla scuola Jodorowsky. Con Gianmarco Busetto nel dicembre 2006 nella città di Mestre ho fondato la compagnia Farmacia Zooè. Nel 2019 ho dato vita a Flowing Streams FZU35, compagnia under 35 di cui sono autrice e regista. Per nove anni ho diretto la scuola di teatro Farmaschool. Faccio parte del Direttivo dello spazio performativo Spazio Farma a Mestre. Ho partecipato alla formazione di artisti della Danza Sensibile di Claude Coldy. Per l’Università Ca’ Foscari di Venezia ho curato un lungo percorso dedicato all’innovazione culturale, per H-Farm, Fondazione Ca’ Foscari e altri enti di formazione mi occupo di studi e percorsi di sviluppo e integrazione dell’intelligenza emotiva nei comportamenti professionali.

Una parte significativa di ciò che imparo arriva dal viaggiare. In particolare mi ha colpito l’Amazzonia venezuelana, ho vissuto avventure significative in India, e ho percorso oltre tremila kilometri in Sri Lanka, sempre in  contatto con gli abitanti locali. Tra il 5 e il 25 dicembre 2017 mio marito e io, come viaggio di nozze, abbiamo attraversato l’Oceano Atlantico in barca a vela, con un equipaggio di sette persone e il capitano Aldo Revello.

Oggi vivo in campagna in Italia, in provincia di Treviso, lungo il fiume Sile.