Carola Minincleri Colussi

Sono nata a Venezia, il 2 aprile 1974. Porto due cognomi perché gran parte della mia ricerca artistica esplora il tema dell’unità tra opposti e dell’integrazione tra differenze. Lavoro come autrice, regista, performer, mi sperimento con installazioni che creo con la tecnica dell’assemblaggio e un approccio il più delle volte intuitivo. Condivido volentieri, attraverso workshop performativi, tratti della mia ricerca con chi sceglie di esplorare gli aspetti creativi della vita e della realtà.

Ho studiato Letteratura Italiana Contemporanea all’Università Ca’ Foscari di Venezia e Teatro a Milano, nella scuola di Quelli di Grock, e a Bologna, alla scuola Jodorowsky. Con Gianmarco Busetto nel dicembre 2006 nella città di Mestre ho fondato la compagnia Farmacia Zooè. Per nove anni ho diretto la scuola di teatro Farmaschool. Ho partecipato alla formazione di artisti della Danza Sensibile di Claude Coldy. Per l’Università Ca’ Foscari di Venezia ho curato un lungo percorso dedicato all’innovazione culturale, per H-Farm e Fondazione Ca’ Foscari mi occupo di studi e percorsi di sviluppo e integrazione dell’intelligenza emotiva nei comportamenti professionali.

Una parte significativa di ciò che imparo arriva dal viaggiare: oltre ai viaggi con mio marito e i nostri tre nipoti (uno per volta) per incontrare insieme il mondo occidentale, mi interessano i viaggi di natura antropologico-culturale in Oriente e in America del Sud. In particolare mi ha colpito l’Amazzonia venezuelana, ho vissuto avventure significative in India, e ho percorso oltre tremila kilometri in Sri Lanka, sempre in profondo contatto con gli abitanti locali. Tra il 5 e il 25 dicembre 2017 mio marito e io, come viaggio di nozze, abbiamo attraversato l’Oceano Atlantico in barca a vela, con un equipaggio di sette persone e il capitano Aldo Revello.

Amo profondamente la natura e gli animali.

Oggi vivo in campagna in Italia, in provincia di Treviso, lungo il fiume Sile.